chi siamo / who

(english below)

ADA Stecca- Associazione di Associazioni Stecca degli Artigiani

E’ oggi una rete di associazioni di ragione culturale e sociale, attente alla valorizzazione dei contesti locali, del patrimonio materiale ed immateriale. ADA Stecca nasce nel 2007 da un’esperienza di occupazione creativa e autorganizzazione pluriennale di spazi in abbandono (2001-2006) da parte di una decina di associazioni, artigiani, artisti fermamente motivati alla salvaguardia e valorizzazione di spazi pubblici quali beni comuni, dedicati all’associazionismo locale e cittadino, all’aggregazione giovanile nelle aree di trasformazione urbana e non, quanto al fertile scambio di saperi tra discipline e popolazioni diverse. Un percorso di metamorfosi per molte associazioni, artigiani e singoli abitanti, uno spazio che ha portato ADA Stecca ad una nuova consapevolezza nell’importanza di un’offerta qualitativa e professionale di servizi al quartiere e alla città, spazi per un’economia solidale, un welfare collaborativo.

Nel 2017 la rete ADA Stecca ha sottoscritto un nuovo contratto con il Comune di Milano (per 12 anni sino al 2029) per la gestione dello spazio denominato “Incubatore dell’Arte”, detto Stecca3. Ad oggi nel 2021 le realtà presenti e che rappresentano i diversi ambiti di interventi sono: urbanistica/architettura partecipata | ASF ItaliaArchitetti Senza Frontiere Italia per progetti di cooperazione internazionale e di emergenza abitativa, Temporiuso per progetto di rigenerazione territoriale e riuso spazi abbandono; | arte, artigianato ed inclusione con falegnameria sociale BRIChECO e FAME market team di artigiane e designer per mercatino autoproduzioni | culture della mobilità sostenibile e della sostenibilità ambientale con  i laboratori di ciclofficina +bc, AIAB Lombardia –Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, organizza il mercato biologico settimanale e corsi, workshop, seminari su agricoltura sociale e biodiversità e con gli ambientalisti di Legambiente Lombardia | multiculture e integrazione con l’impresa sociale Vitality onlus organizza  percorsi  di occupabilità, e con i curatori eventi musicali ICCX -Centro di Interscambio Italia Cina | performing art e danza con il corpo di teatro Metti una sera in scena a Teatro, gli artisti di NoiBRERA, le maestre di danza NonSoloDanza, la scuola di capoeira Isola Capoeira Angola,  i cori de Coro di Micene e il Coro la Sonorissima.  

ADA Stecca ha eletto un comitato direttivo Angelo Marchesi, Roberta Mastropirro, Rocco Guarna, un tesoriere Paolo Artoni e la presidente Isabella Inti. 

Insieme rappresentano i diversi ambiti d’intervento : urbanistica/architettura partecipata | arte, artigianato ed inclusione | culture della mobilità sostenibile e della sostenibilità ambientale | multiculture e integrazione | performing art e danza.  Hanno come ruolo la gestione e promozione dello spazio nelle sue funzioni amministrative, logistiche, di fund-raising tramite bandi ed eventi socio-culturali, di incubazione delle realtà insediate.

La rete di associazioni vuole proseguire la progettualità avvalendosi di nuove collaborazioni definite ad hoc e con il coinvolgimento di istituzioni e soggetti come associazioni, professionisti, operatori culturali e amministrazioni locali operanti nelle diverse filiere e discipline artistiche quali le arti visive, le arti performative, le discipline dello spettacolo, dell’editoria, l’ambito delle industrie culturali e creative. Vuoi partecipare? Vienici a trovare e/o scrivici a: info@lastecca.org 

ada-stecca-network-2018

ADA STECCA_ Association of Associations Stecca degli Artigiani

Today it is a network of cultural and social associations, attentive to the enhancement of local contexts, tangible and intangible heritage. ADA Stecca was born in 2007 from an experience of creative occupation and multi-year self-organization of abandoned spaces (2001-2006) by a dozen associations, artisans, artists strongly motivated to safeguard and enhance public spaces as common goods, dedicated to ‘local and citizen associations, youth aggregation in areas of urban and non-urban transformation, as well as the fertile exchange of knowledge between different disciplines and populations. A path of metamorphosis for many associations, artisans and individual inhabitants, a space that has led ADA Stecca to a new awareness of the importance of a qualitative and professional offer of services to the neighborhood and the city, spaces for a solidarity economy, a collaborative welfare.

In 2017, the ADA Stecca network signed a new contract with the Municipality of Milan (for 12 years until 2029) for the management of the space called “Art Incubator”, known as Stecca3. To date, in 2022, the realities present and representing the different areas of intervention are: urban planning / participatory architecture | ASF Italy – Architects Without Borders Italy for international cooperation projects and housing emergencies, Temporiuso for territorial regeneration and reuse of abandoned spaces; | art, craftsmanship and inclusion with social carpentry BRIChECO and FAME market team of artisans and designers for self-production market | cultures of sustainable mobility and environmental sustainability with the workshops of bicycle repair + bc, AIAB Lombardia – Italian Association for Organic Agriculture, organizes the weekly organic market and courses, workshops, seminars on social agriculture and biodiversity and with the environmentalists of Legambiente Lombardia | multiculture and integration with the social enterprise Vitality onlus organizes employability paths, and with the curators of music events ICCX – Italy China Interchange Center | performing art and dance with Metti una sera in scena a Teatro the body of the theater Put on stage one evening at the Theater, the artists of NoiBRERA, the dance teachers NonSoloDanza, the Capoeira school Isola Capoeira Angola, the choirs of Coro di Micenae and the Coro la Sonorissima.

ADA Stecca has elected a steering committee Angelo Marchesi, Roberta Mastropirro, Rocco Guarna, a treasurer Paolo Artoni and the president Isabella Inti.

Together they represent the different areas of intervention: urban planning / participatory architecture | art, craftsmanship and inclusion | cultures of sustainable mobility and environmental sustainability | multiculture and integration | performing art and dance. They have as their role the management and promotion of the space in its administrative, logistical, fund-raising functions through calls and socio-cultural events, as well as the incubation of established realities.

The network of associations wants to continue the project making use of new collaborations defined ad hoc and with the involvement of institutions and subjects such as associations, professionals, cultural operators and local administrations operating in the various supply chains and artistic disciplines such as visual arts, performing arts, disciplines of entertainment, publishing, the field of cultural and creative industries. Would you like to participate? Come and visit us and / or write to: info@lastecca.org

La nostra storia? La rete di associazioni ADA Stecca nasce da un’esperienza di autorganizzazione pluriennale di spazi in abbandono da parte di una decina di associazioni, artigiani, artisti fermamente motivati alla salvaguardia e valorizzazione di spazi pubblici dedicati all’associazionismo locale e cittadino ai margini tra lo storico quartiere Isola e una delle più centrali aree di trasformazione urbana, il Garibaldi- Repubblica.L’importanza dell’esperienza di autorganizzazione nella gestione di spazi socio-culturali di aggregazione da parte delle associazioni, come pure la possibilità di favorire un forte mix di attività, tempi e popolazioni, ci spinge a rinnovare l’impegno progettuale verso un nuovo centro di comunità.

Dal 2001-2007 insieme alla Stecca degli Artigiani (l’ex fabbrica Tecnomasio Brown Boveri) , dal 2007-2012 alla Stecca temporanea (detta anche “la scarpiera”) e dal 2012 alla Stecca 3 (ufficialmente “Incubatore dell’Arte)..

From 2001-2007 together with the Stecca degli Artigiani (the former Tecnomasio Brown Boveri factory), from 2007-2012 to the temporary Stecca (also called “the shoe rack”) and from 2012 to the Stecca 3 (officially “Art Incubator) ..

spazi-3-stecca

Tra il 2001-2007 le associazioni e gruppi informali presenti alla Stecca degli Artigiani erano Apolidia, Architetti Senza Frontiere Italia, Cantieri Isola,  +bcGAS Isola Critica, La compagnia del parco-circolo Legambiente, AIAB Lombardia (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica), Controprogetto e il pittore dell’Isola Francesco Magli. Il 27 Marzo 2007 hanno fondato l’Associazione di associazioni Stecca degli Artigiani (ADA Stecca). Dal 2007 al 2011 alla Stecca Temporanea hanno partecipato e condiviso gli spazi anche i fumettisti di Ciurma, il Coro di Micene, l’unità cinefila cinemapertoNel 2012 abbiamo cambiato sede per la terza volta, il centro socio-culturale Stecca 3.0, alcune realtà si sono rifondate come BRIChECO (dall’unione di Legambiente Lombardia e Controprogetto), Cantieri Isola ha avviato Isolaingioco per famiglie e bimbi,  sono arrivate nuove realtà come la LUP- Libera Università Popolare, RI Ricerca Interculturale,  scuola di Scrittura Creativa Raul Montanari e altri. Siperchè siamo aperti ad accogliere associazioni o singoli, compatibilmente con il calendario attività, le regole d’uso dello spazio e i fondamenti costitutivi di ADA Stecca. 

network informale rete associazioni Stecca degli Artigiani 2001-2007
FRomanoLaStecca2016

questo è il nostro Statuto ADA Stecca nuovo-statuto-e-verbale-ada-stecca-2017 

puoi scaricare questo flyer su di noi: S3- chi siamo

puoi seguirci anche qui FbSTECCA3 ; IGsteccatre

Share Button